21 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > SERIE C

ARTICOLO DEL CUS SIENA SULLA PARTITA DISPUTATA SABATO 29 MARZO 2014

01-04-2014 08:42 - SERIE C
CON ENORME GRATITUDINE PUBBLICHIAMO L´ARTICOLO DEL CUS SIENA SULLA PARTITA: FIORENTINA RINASCITA - CUS SIENA.

"Piove per il CUS Siena nel girone A della serie C toscana di volley femminile, che dopo la bella prova offerta la settimana scorsa contro la Maxitalia Service, cade rovinosamente sul campo della Fiorentina Rinascita Volley, rimediando un secco 3-0 (25-19, 25-21, 25-21) che non ha scusanti e lascia senza dubbio l´amaro in bocca, ma non deve comunque far perdere alle ragazze senesi la convinzione nei propri mezzi e la percezione di tutto quel che di buono è stato fatto fin qui.
Proviamo a capire che cosa è successo. La squadra fiorentina, rispetto alla partita di andata, in cui aveva fatto un sacco di errori, soprattutto in battuta, è cresciuta in maniera evidente ed ha perfezionato vari meccanismi, coagulandosi intorno alla regista Alice Balducci (che viene dalla B, e si vede parecchio) e assecondandone al meglio il gioco veloce, fatto di palle basse e spinte. Il risultato è ora come ora una squadra senza apparenti punti deboli, estremamente dinamica, ben organizzata in difesa, ottima in ricezione, micidiale in battuta, compatta a muro, essenziale in attacco. Nel complesso non altissima, ha nell´intensità di gioco e nella pressione che riesce ad esercitare sulle avversarie le sue armi più pericolose. Il CUS Siena, da parte sua, è invece una squadra molto fisica, molto alta, e per forza di cose più lenta, per esprimersi in maniera ottimale ha bisogno che la ricezione funzioni perfettamente, in modo da consentire a Valeria Verdino di mettere le proprie attaccanti nelle condizioni più favorevoli di sprigionare tutta la loro potenza. Inoltre, bisogna tenere alta l´intensità di battuta, così da permettere alle ragazze cussine di utilizzare al meglio un´altra delle loro armi, il muro-punto. In genere funziona, e allora la squadra si esalta e fornisce ottime prestazioni, ma se così non va, sono dolori. Per combattere ad armi pari con una squadra come la Fiorentina Rinascita Volley bisogna giocare come lei, e il CUS Siena non è stata/non è in grado di farlo. Complice una battuta prevedibile, Alice Balducci si è trovata sempre la palla in mano, e di conseguenza un ventaglio consistente di soluzioni di attacco che la sua velocità e la precisione delle sue giocatrici hanno trasformato in punti pesanti, eludendo quasi sempre il muro senese. Invece la battuta delle ragazze locali, devastante, con in primo piano Elena Viti, l´unica di tutto il girone che abbiamo visto battere in salto, oltre a procurare un numero cospicuo di aces, ha impedito alla squadra cussina qualunque tipo di reazione concreta. Tra le centrali, Livia Mazzini non è stata mai chiamata in causa e si è affannata in una interdizione di scarso costrutto, mentre Chiara Brandini ha incontrato molte difficoltà a mettere giù le poche palle nitide che ha avuto. Le attaccanti di banda Vanni, Guerrini e Conti, alle prese con palle scontate, non hanno quasi mai saputo o potuto addomesticarle, finendo preda del muro avversario. Il libero Giulia Chelattini si è dannata l´anima, ma più di tanto non ha potuto.
In questo senso i tre set sono stati un po´ la fotocopia l´uno dell´altro. Il CUS non è mai stato in partita. Le ragazze ospitanti sono sempre fuggite fin da subito e la squadra senese non è più riuscita a raggiungerle. Solo la seconda frazione è stata più equilibrata, ma sul punteggio di 20-20 le ospiti non hanno saputo stringere i denti, e il set è finito come gli altri due. A metà del set il coach Cervellin inserisce la seconda palleggiatrice Sara Monnecchi, che fa quello che può, ma la musica non cambia, così come l´ingresso di Marta Pasqualini al posto di Conti frutta solo qualche punto in più. E´ anche vero che l´arbitro ha preso diverse cantonate, tutte a favore della squadra di casa, ma gli errori, in un campionato dove manca il secondo arbitro ed anche i giudici di linea, sono da mettere in conto, e comunque la cosa non avrebbe assolutamente influito sul risultato complessivo.
Adesso la classifica vede di nuovo appaiate CUS Siena e Maxitalia Service, con a due punti la Fiorentina Rinascita Volley, che evidentemente sente l´odore del sangue. Alla fine del campionato mancano cinque partite, e le due esterne presentano senza dubbio molte insidie, perché il Cortona in casa è una squadra tosta, creò parecchie difficoltà anche all´andata, e il Certaldo, seppure a molte lunghezze di distanza, è comunque la quarta in graduatoria. L´importante è che le ragazze mantengano la calma e siano consapevoli che le possibilità di conseguire un grosso risultato sono ancora assolutamente intatte.

Francesco Monciatti

Realizzazione siti web www.sitoper.it