17 Gennaio 2021
News

SECONDA DIVISIONE GIRONE B - 2/11/2016 - 29 MARTIRI PRATO VS RINASCITA VOLLEY 3-1

15-11-2016 09:00 - SECONDA DIVISIONE
Le partite di calcio sono spesso noiose. A parte qualche "giochessa" del solito "genio del pallone" o qualche azione in cui si sfiora il goal, la sintesi della partita è rappresentata tipicamente dalle immagini di quell´uno, due goal (ammesso ci siano stati) o poco più!
Tutt´altra cosa il Volley! Qui ogni punto può essere spettacolare e, soprattutto se le squadre si equivalgono, la tensione può essere alta dal primo all´ultimo punto di un set e dal primo all´ultimo set (che a priori non si sa neppure quanti saranno esattamente!)! Ecco perché, molto spesso, invece di fare una sintesi di quello che si è visto, si finisce per fare una sintesi di ciò che si è provato!
Cosa si è provato questa volta non è purtroppo molto diverso da altre recenti occasioni. Potremmo dire la sensazione di avere davanti una squadra con maggiore esperienza e prestanza fisica, la sensazione che quando il nostro gioco funziona è dura per chiunque batterci, la sensazione che alle volte non riusciamo ad evitare errori banali (sicuramente dovuti all´inesperienza), la sensazione che abbiamo difficoltà a restare uniti, concentrati e determinati per un periodo lungo. Insomma sensazioni che ultimamente abbiamo già avuto ... pari pari!
Questa volta però è la sintesi del punteggio che si può fare in modo molto efficace.
Tre punti. Già, come nel calcio 90 minuti spesso si sintetizzano in un solo goal, la nostra intera partita si può sintetizzare in 3 punti. Quelli che non abbiamo fatto. Quelli che sul 22-18 per noi potevano darci la vittoria del terzo set, il secondo a nostro favore, un punto sicuro in classifica e la possibilità di giocarcene altri due nel quarto o semmai nel tie-break!
Non sarà difficile chiudere un set quando si è a 3 punti dal fatidico 25 mentre le avversarie si trovano ad una distanza dalla meta più che doppia, no?
E invece succede che sul 22-18 il nervosissimo allenatore avversario chiami il time out e svernici le sue atlete ... succede che al rientro in campo subito si concedano due punti ... un po´ di "braccino" ... (ma ci può stare!). Succede che intervenga la sig.ra Dea Bendata (che, con termine tecnico, potremmo chiamare "sfiga"!) che pensa bene di azzoppare una delle nostre valentissime bande ...
E così succede che Il gioco si fermi, che la preoccupazione per il finale del set si sposti, giustamente, sulla sofferente infortunata, che i minuti scorrano e che al rientro in campo la solidità delle nostre avversarie trovi l´opposizione di una squadra che sembra non ricordarsi più cosa è venuta a fare a Prato (forse acquisti in qualche outlet cinese?)!
E allora eccoci qua, il 22-22 (4 punti consecutivi recuperati dalle avversarie) arriva e la coach chiama il time out ... prova a risvegliare le proprie atlete stordite ... ma al rientro in campo riusciamo a fare un solo punto e il set si chiude sul 25-23 per le nostre ottime avversarie come se non potesse esserci diverso epilogo! Insomma la disfatta!
Tre punti. Chissà cosa sarebbe successo se fossimo stati in grado di farli. Ma come noto coi "se" e coi "ma" ... sta di fatto che il quarto set è quasi incommentabile, le avversarie ci staccano anche di 10 punti prima di concludere 25-14. In campo le ragazze ci sono ... le loro teste e, soprattutto la loro convinzione, no.
Da Prato torniamo un po´ sconsolati. Inutile negarlo. Quei tre punti sono un tarlo che non deve assolutamente continuare a lavorare nelle nostre teste. Le avversarie erano toste. Ma le nostre ragazze mostrano di avere un ottimo potenziale che spesso riesce a far paura a chi ci affronta! Continuità e determinazione sono un po´ mancate anche questa volta ma la speranza è che si sia in grado di far tesoro lavorando su concentrazione, determinazione e senso di squadra. Tre punti ... appunto!
PS: in bocca al lupo Clo! Torna "in gamba" al più presto!


Realizzazione siti web www.sitoper.it