20 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 13

UNDER 13 GIRONE F 10/11/2012: VARLUNGO VOLLEY - FIESOLE 3 - 0

12-11-2012 09:34 - UNDER 13
Con la partita di sabato, contro il Fiesole, abbiamo chiuso, con una vittoria perentoria, il girone di andata del campionato Fipav, mai in discussione il risultato della partita, nonostante una prova non scintillante della nostra squadra.

Solito timido inizio del Varlungo, cerchiamo di impostare bene il gioco, siamo accademici, ma poco efficaci, il Fiesole gioca un volley molto più grezzo e ci sorprende più di una volta con qualche colpo improvviso, la nostra squadra si aspetta di vedere un avversario che imposta e che attacca, invece ogni tanto succede che un "bagherone" di ricezione venga sparato direttamente di qua dalla rete beffando le nostre "giovani marmotte", che, mentre consultano il manuale alla voce volley, si perdono qualche punto di troppo.

Il Varlungo impiega diversi punti a capire come gira il primo set, il gap tecnico col Fiesole è tutto a nostro favore, nonostante questo gli leggiamo la targa fino al sedici pari, da questo momento prendiamo la testa e non la lasciamo più, chiudiamo il set per 25 a 21.

Secondo set con la nostra squadra molto più spigliata, in alcune occasioni le nostre atlete sfoderano un´arma segreta, tenuta fino ad ora gelosamente nascosta: la malizia, assistiamo increduli all´alternarsi di battute corte, quando l´avversario è schierato in ricezione per una battuta profonda, con battute molto profonde, a palleggi in attacco che svariano dal lungo linea profondo all´incrocio, al pallonetto corto.

Ci stiamo ancora guardando in faccia un po´ increduli ed ecco che, senza un minimo di pietà per la la smarrita torcida, le nostre atlete sfoderano la seconda e ancora più segreta arma: l´audacia, la voglia di provarci.

Le ragazze provano più volte a schiacciare, vanno a muro, chiudono con successo più di un pallonetto, ma soprattutto lasciano la paura di sbagliare ben chiusa negli zaini.

Dopo un inizio un po´ stentato andiamo in testa, prendiamo un buon margine di vantaggio, l´audacia a volte paga e a volte no, ma aldilà del punteggio, vinciamo il set 25 a 21, chiudiamo la partita col sorriso sulle labbra.

Terzo set senza storia andiamo in testa e chiudiamo rapidamente la partita fermando l´avversario a 14.

La prova della squadra non è stata esaltante soprattutto dal punto di vista della concentrazione, che segue sempre un moto un po´ondivago, ma ci è piaciuto molto l´atteggiamento, la voglia di osare che, se confermato, potrebbe rappresentare un altro importante ingrediente a disposizione delle coach.

Il bilancio di metà esercizio non è esaltante, la nostra squadra è partita molto bene con due prove veramente convincenti contro il Pignone e l´Azzurra, regalando un set a entrambe ma dimostrando grinta e convinzione, abbiamo poi assistito alla sconcertante prova contro il Vba che è quella che ancora oggi rappresenta una ferita aperta sia per la classifica che per come è maturata, buona la mission impossible di Empoli contro le marziane del girone, di nuovo poco convincente, dal punto di vista del carattere, la prova contro l´Euroripoli.

Quello che pesa di più sul bilancio è l´involuzione psicologica a cui abbiamo assistito dopo le due prime gare, adesso, dopo il giro di boa, ripartiamo con una gara fondamentale: lo scontro diretto contro il Pignone, speriamo che tutto quello di buono che le nostre ragazze hanno fatto vedere fino ad ora prevalga sulla paura: la compattezza del gruppo, il senso di squadra, la disciplina, l´ottima impostazione di gioco, se uniti ai germogli di astuzia e audacia visti sabato potrebbero costituire la ricetta giusta per il girone di ritorno che le nostre ragazze e le nostre coach si meritano.


Realizzazione siti web www.sitoper.it