26 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 13

UNDER 13 GIRONE N: 30/03/2014 US SALES - RINASCITA 1 - 2

31-03-2014 12:27 - UNDER 13
L´adrenalina o epinefrina è un mediatore chimico tipico della classe dei vertebrati, un ormone e un neurotrasmettitore che appartiene a una classe di sostanze definite catecolammine, contenendo nella propria struttura sia un gruppo amminico che un orto-diidrossi-benzene, il cui nome chimico è catecolo."

Questa la definizione dell´adrenalina, quell´ormone che, domenica mattina sul campo della Sales, è stato prodotto e diffuso a fiumi nei sistemi circolatori di genitori, dirigenti, allenatori, arbitro e atlete (le uniche che però hanno potuto anche smaltire) nel corso dello scontro diretto per il primo posto in classifica.

Bellissima partita, senza dubbio la migliore vista dall´inizio dell´avventura dell´U13, giocata molto bene da entrambe le squadre, col punteggio in bilico per tutti e tre i set, conclusa con un tiratissimo 26-24 con la bella vittoria delle nostre fanciulle e qualche neuro-esplosione finale, probabile effetto dell´accumulo dell´ormone di cui sopra.

I set

Si parte subito alla grande, le nostre ragazze appaiono concentrate e decise, giocano un buonissimo volley, macchiato solo da qualche errore di troppo in fase di attacco, dopo il vantaggio iniziale (3-2) la Sales sfrutta i nostri errori e una buona efficacia in attacco per passare in vantaggio (5-7).

Pur continuando a produrre un buon gioco non riusciamo più ad agganciare le avversarie, restiamo incollati alla Sales con un distacco di 2-3 punti fino al al 19 a 20 quando purtroppo non riusciamo a sfruttare l´occasione per l´aggancio, occasione che invece sfruttano le nostre avversarie con un buon attacco che sancisce la fine del set, ci fermiamo a 20; in questo momento la Sales ci ha agganciato anche in classifica.

Ha vinto la squadra che ha sbagliato meno, abbiamo contato 7 attacchi fuori per la ns squadra, la Sales invece è riuscita a chiuderli bene quasi tutti.

II set

La partita mantiene le ottime premesse fatte vedere nel primo set, solo che questa volta le nostre fatine sono avanti nel punteggio e non sembrano avere nessuna intenzione di mollare (3-1; 4-4; 6-5; 11-7), almeno fino a metà set quando tre errori consecutivi rimettono in carreggiata la Sales 13-13.

Per fortuna si tratta di un allarme passeggero, la nostra squadra è superiore nel palleggio e quando aggiusta la mira anche in attacco prendiamo il largo (20-16), piccolo ritorno delle avversarie sul 21-19 ma chiudiamo bene il set rendendo la pariglia: 25-20.

III set

Grazie alle nostre pupille, ormai alla massima dilatazione, e ben saldi sulle nostre posizioni, per le unghie piantate sui corrimano e sulle panche, siamo in grado di apprezzare l´ultima bordata di adrenalina che impietosa ci percorre dal primo all´ultimo punto di questo set.

Riusciamo ad apprezzare meno le decisioni arbitrali che, almeno in quattro occasioni, non appaiono dubbie ma decisamente sbagliate, il caso e forse anche lo stress, fanno si che siano tutte a nostro sfavore.

Come recitava un "grande vecchio" della nostra politica: "a pensar male si commette peccato, ma spesso ci si azzecca", oltretutto perchè si parla dello stesso arbitro che anche nella precedente partita si era esibito in una performance decisamente non esaltante; anche allora i due diavoli, il caso e lo stress, fecero si che tutte le decisioni fossero a nostro sfavore, forse è l´ora che questo signore si dedichi ad attività più rilassanti (le bocce??).

Altra grande partenza delle due squadre che onorano fino in fondo la partita, il set, da cardiopalma, va avanti col punteggio sul filo, andiamo al cambio campo in vantaggio per 13 a 12 (nonostante le "sviste" arbitrali), le due squadre procedono appaiate e ribattono colpo su colpo, quando le nostre ragazze sembrano voler mettere il sigillo al set (23-21) arriva un incredibile errore in battuta.

Un letale, per le nostre arterie, errore in attacco porta la Sales sul 23 pari.

Senza alcuna pietà per noi, la coach e anche per il legno dei corrimano, la nostra squadra passa dal 24-23 al 24 pari, ma le nostre fatine hanno i nervi più saldi dei nostri e con due attacchi, portati senza paura, chiudono il match 26-24.

L´urlo finale è come la valvola della pentola a pressione: indispensabile, abbassa i bar delle nostre provate arterie e ci permette di sfilare le unghie dai legni della palestra per il meritato appaluso alle nostre fanciulline.

Primo posto consolidato, adesso i punti di vantaggio sono due, con una bellissima prestazione che ha visto pevalere la nostra squadra nella più bella partita dell´anno.

Complimenti alla nostra coach Francesca per la qualità del gioco espresso dalle nostre ragazze.

Onore alle ragazze della Sales che hanno disputato una grande partita che ci deve servire da monito: per arrivare in fondo da leader non bisognerà perdere un colpo.

Brave, brave, brave!!

Realizzazione siti web www.sitoper.it