28 Ottobre 2020
News

UNDER 14 GIONE L 20/02/2016: FIESOLE YOUNG - SANCAT RINASCITA 3 - 1

21-02-2013 13:10 - UNDER 14 SANCAT-RINASCITA
Eccoci di nuovo a gareggiare nel garage del Fiesole, ops palestra, scusate, ma non noto mai la differenza. A parte l´ironia, la squadra fiesolana è una squadra forte ed è migliorata molto, soprattutto fisicamente. Nel primo set proviamo a fare qualcosa, e qualcosa facciamo, ma le avversarie non perdono occasione di attaccare di continuo e con forza, ma quello che noto di fastidioso e che non abbiamo convinzione, cioè sembra emergere la consapevolezza del "non ce la faremo mai", lo si legge sui volti e nelle espressioni di molte giocatrici. Il set viene perso, perciò attuo dei cambi inserendo una diversa formazione. Fischio di inizio e fin dai primi punti si nota un miglioramento, anche se incerto e poco convincente, perché si percepisce una contrapposizione tra chi vuole e ci prova, e chi non crede e si disarma, comportando una mancata determinazione e convinzione nel gioco di squadra portandoci ad un disastroso punteggio di 15 - 4 per gli avversari. Volere è potere ed ogni partita è un mondo a se. Andiamo in battuta facciamo un punto, poi un altro e non con attacchi determinati o cose stratosferiche, ma soprattutto con attacchi tattici, e cosi via, punto dopo punto rimontiamo fino ad arrivare a 16 - 16. La cosa straordinaria è vedere la convinzione, mischiata al timore di non riuscire che le ragazze in campo riescono a gestire al meglio. C´è chi trascina la squadra e chi aiuta a fare ciò, ma nessuna resta indietro, e questo è il gioco di squadra "sempre avanti, insieme", e difatti, riusciamo a vincere il set. Nel terzo set il gioco avversario si fa più energico e muscoloso, e noi proviamo a resistere ad una squadra decisamente forte. Arriviamo così al punteggio di 9 a 6 per il Fiesole, quando accade l´imprevisto: dopo tutto questo tempo di gioco il segnapunti si accorge (???) che la formazione in campo è diversa dal tagliando datoli all´inizio del set, lo stesso tagliando dato all´arbitro con il quale aveva controllato (??) la formazione prima del fischio di inizio. Per tagliare corto, come da regolamento, ci hanno tolto tutto il punteggio acquisito e continuando con il punteggio di 9 a zero per gli avversari. Tra delusione e confusione proseguiamo il set perdendolo. Prima del quarto set cerco di far capire alle ragazze, tra la rabbia e l´agitazione che soffrivano oltre il caos in palestra dei nostri sostenitori, che comunque il gioco va avanti e pertanto, dobbiamo riversare il tutto nella grinta perché siamo qui per giocare non per battere i piedi. Il quarto set lo abbiamo perso concludendo la partita, ma ho visto, nell´ultimo set 6 campionesse provarci fino all´ultimo punto, e sono stato orgoglioso per questo loro atteggiamento. Pur sconfitti siamo usciti vincenti dalla palestra del Fiesole.

Realizzazione siti web www.sitoper.it