01 Dicembre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 14

UNDER 14 UISP 9/06/2013: FINALE PROVINCIALE: SAN QUIRICO - RINASCITA VOLLEY 3 - 2

10-06-2013 10:59 - UNDER 14
La squadra del San Quirico, nostra avversaria nella finale, si è rivelata una squadra forte, con un gioco rapido sia al centro che alle bande e con un ottima manualità dei centrali. La mia squadra era comunque più forte, sbagliando poco e giocando veramente bene, e questo ci ha permesso fin dall´inizio di contenere, o per meglio dire, non far salire il tono avversario. I primi 2 set, difatti, nonostante diversi errori degli arbitri, siamo riusciti a vincerli, ma dal terzo set, come scritto in precedenza, l´errore arbitrale si è trasformato in accanimento, e non riuscivamo a capire il perché di certi interventi arbitrali, interventi che hanno ostacolato sempre più il nostro gioco, permettendo così di far salire il tono avversario. Con questo stupido e inadeguato arbitraggio abbiamo perso il 3 set (25 a 22) dopo 5 errori inesistenti dell´arbitro, tra cui un fallo di invasione a rete quando l´avversaria ricadendo con il busto sulla rete, porta la stessa a toccare la mia giocatrice e per questo fischiato nostro fallo (????); abbiamo perso il 4 set (che non ricordo il punteggio) dopo l´amarezza ed il disappunto del set precedente, amalgamato con ulteriori ed altrettanti errori arbitrali incomprensibili tra cui un perfetto muro tecnico di prima e girato rapidamente sulla sinistra con il giusto tempo di esecuzione, ma fischiato come trattenuta. Giunti al quinto set con la squadra demoralizzata, per non dire altri termini, ed io che nonostante tutto riuscivo a trattenere con dolore la mia rabbia per l´ingiustizia che subivamo, iniziavamo il gioco. Giocati i primi punti ecco la famosa goccia, quella che ha fatto traboccare il tutto: dopo una difesa della mia squadra, precisa vicino alla rete, per cui la mia palleggiatrice di seconda linea ci arriva in velocità e, giunta sotto la palla, mentre sta palleggiando (2° tocco), senza alcuno salto o rete toccata, viene disturbata da un muro avversario invadente che tocca la palla, cioè tra palleggio e muro sembrava un leggero contrasto che oltretutto devia la traiettoria del palleggio verso il suo campo (campo avversario) e poiché tutto fila liscio l´arbitro non fischia, anche su mia segnalazione, e così l´azione continua e gli avversari fanno punto.
A questo punto mi devo soffermare un attimo e dire che da quando faccio l´allenatore, sono sempre stato una persona controllata, se vogliamo usare un termine tecnico: professionale, sia quando vincevo che quando perdevo, o che avessi subito errori arbitrali contro, perché come già scritto, tutto fa parte del gioco, ed oltretutto, con la mia buona fede, penso sempre che l´arbitro è una persona e come tale può sbagliare, ma ieri, di arbitri ne avevamo 3 (2 di gioco + 1 di segnapunti), e ieri mi sono anche troppo trattenuto per gli errori arbitrali dei primi 2 set, ma soprattutto per tutto il terzo ed il quarto set per gli errori inesistenti subiti dalla mia squadra che ci hanno fatto perdere entrambi i set. Nel quinto, dopo qualche punto, e dopo l´ennesimo, assurdo, incomprensibile ed, a questo punto, inesorabile accanimento contro le mie ragazze, non ciò visto più, perciò, come diceva un mio amico "siamo fatti di cuore anche noi", mi sono arrabbiato esageratamente contro l´arbitro, perché l´ingiustizia non si subisce passivamente, costi quel che costi, e difatti, dopo 32 anni di pallavolo, ho preso il mio primo cartellino giallo ..... ma con piacere e soddisfazione.
Ufficialmente abbiamo perso la partita, ma personalmente l´abbiamo vinta ed alla grande, perché le mie ragazze hanno dimostrato da settembre ad oggi, valore e personalità nei momenti importanti, e ciò è avvalorato consapevoli da dove sono partite.
MARCO

Realizzazione siti web www.sitoper.it