02 Agosto 2021
News
percorso: Home > News > UNDER 16

UNDER 16 GIRONE B - 16/04/16 - RINASCITA BLU .- SCANDICCI AZZURRA 3 - 0

19-04-2016 10:02 - UNDER 16
Sabato pomeriggio dai connotati quasi estivi, ma il calendario segna la data del 16 aprile, quindi in piena stagione, non balneare ma agonistica.
Sabato pomeriggio dai connotati fortemente agonistici: riceviamo al Gramsci le seconde in classifica, lo Scandicci che, con una partita in meno, ci tallona a due punti (grazie Giovanni per le info), quindi super scontro diretto.
Lo Scandicci, nostro avversario anche nel girone federale, evoca ricordi non esaltanti dal punto di vista dei risultati, nelle fila avversarie riconosciamo qualche innesto proveniente dalla Fipav, ergo, per confermare la leadership nel girone servirà un partitone (scusate la rima, veramente da brividi).
E partitone fu, nella nostra squadra ci sono alcune defezioni importanti, la coach schiera alcune delle le ragazze che hanno meno minutaggio nelle braccia e, come nei più bei sogni di ogni coach, nessuno si accorge della differenza.
I primi due set scorrono via veloci come un bel time lapse, la nostra squadra gioca bene e controlla senza problemi le avversarie, sempre avanti nel punteggio chiude bene la prima frazione (25-17) e dilaga nella seconda (25-11) con una Eleonora Lolli Martino (non è sudamericana abbiamo solo riportato nome-soprannome-cognome) che offre una prestazione di una sicurezza e di un’efficacia da lucidarsi gli occhi.
Lolli ha i mezzi fisici e dimostra di aver lasciato nel dimenticatoio il braccino timido dello scorso anno, picchia dalla prima e dalla seconda linea che è una bellezza, difende e appoggia bene, ha i tempi e la grinta, forse riusciamo a contare due palloni sbagliati su tre set: grande Lolli!!!
Terzo set con normale calo fisiologico, la fase che ne risente di più è quella difensiva, la nostre ragazze si fanno “bucare” un po’ troppo spesso, è evidente il calo di concentrazione.
Il set va avanti con un equilibrio che ci accompagnerà fino alla fine (5-5;10-10;18-18) nessuna delle due squadre riesce nello spunto decisivo, la nostra in particolare quando sembra aver preso il passo giusto cala l’errore che rimette in corsa le avversarie.
Anche la sorte spinge per un finale “sul filo”: sul vantaggio di 23 a 20 difendiamo benissimo su un bell’attacco avversario, il nostro contrattacco, al termine di un’azione da manuale, si stampa sulla riga di fondo ma l’arbitro non vede il punto, il correttissimo coach avversario segnala che la palla è buona ma inutilmente, si ribatte . . . . punto avversario! Dal possibile 24-20 al 23-21.
L’episodio non intacca il morale delle nostre che si decidono a chiudere il set: 25-22.
Quand’è che un gruppo di atlete diventa una squadra? Uno dei molteplici segnali di questa evoluzione è la crescita di tutte le atlete, quando vedi che quelle che si sono dovute sudare il campo entrano e non solo danno l’anima, ma si dimostrano efficaci come le titolari della prima ora allora significa che il gruppo non è solo un gruppo ma è qualcosa di più.
Accaldati e stanchi, come alla fine di tutte le partite delle nostre eroine, andiamo ad assistere al match della seconda divisone sul campo attiguo, tutti tranne Lolli che, donna-sky della giornata, si ferma a bordo campo per . . . . .le interviste!

Realizzazione siti web www.sitoper.it