16 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > UNDER 16

UNDER 16 GIRONE H - 22/02/2017 - ASD VOLLEY VIACCIA - RINASCITA VOLLEY 3- 2

23-02-2017 13:20 - UNDER 16

Serata difficile per le nostre ragazze, serata che parte subito in salita: nel prepartita un maligno virus si insedia nelle mucose gastriche del nostro libero che non può che sedersi in panchina ad assistere al match con la faccina mesta a tinte verdeggianti.
Serata difficile perché la nostra squadra parte benino, non gioca male, la differenza fra le due squadre sta tutta nella capacità difensiva: le avversarie, ben messe in campo, coprono bene gli spazi, le nostre costruiscono ma poi cedono il punto, senza contare qualche errore di troppo in attacco.
Serata difficile perché non abbiamo nemmeno fortuna: una serie infinita di nastri sfavorevoli contribuisce in maniera sostanziale ad affossarci, a metà set siamo sotto per 5 a 14, punteggio decisamente sproporzionato.
Finale di set che ci vede in ripresa ma rianimare un moribondo risulta impresa impossibile: ci fermiamo a 16.
Il secondo set si presenta con sembianze decisamente più piacevoli, la nostra squadra parte molto bene (10-3) risulta meno fallosa e quindi più efficace, ma piano piano cede terreno.
Il vantaggio si assottiglia sempre più (16-11; 18-14) diamo l´impressione di poter tenere ma solo fino al punto numero 19, dal 19-16 le ragazze si spengono, la Viaccia ci aggancia, ci supera e ci lascia lì: 19-25.
Serata difficile che si sta trasformando in una vera mestizia, siamo sotto per due set a zero e l´inizio del terzo (1-3) lascia intravedere un futuro roseo quanto quello di Gigi d´Alessio all´ultimo Sanremo.
A volte basta poco per ribaltare una situazione che sembra compromessa, per cambiare un corso che sembra segnato, per riaccendere una fiamma che sembrava senza ossigeno, per trasformare, con un crescendo quasi rossiniano, una serata moscia in un happening entusiasmante.
La nostra squadra, con le sue difficoltà, si rimbocca le maniche, tira fuori le unghie e centimetro dopo centimetro riemerge alla luce, non è una luce accecante, gli errori rimangono ma la volontà e la forza d´animo premiano le nostre ragazze che, finalmente, prendono in mano il pallino del gioco, si portano avanti in modo deciso (13-8) e riescono a chiudere il set con le avversarie ferme a 17.
Il crescendo di emozioni tocca il suo apice nel corso del IV set, il più combattuto e controverso della serata.
Partiamo bene, in vantaggio per 7 a 3, sembriamo controllare un avversario che forse sta finalmente accusando qualche incertezza, ma questo non sarà un set per cuori deboli: in un attimo riemergono tutti i limiti mostrati nel finale del secondo set, siamo di nuovo sotto (13-17) con errori disarmanti al servizio e in difesa.
La regia da thriller di questo set sfiora la perfezione: il candidato defunto, ormai più di la che di qua, in un´eruzione di energia, ribalta la situazione, la lotta prosegue senza esclusione di colpi (19-19; 22-22; 24-24;26-26) e noi inchiodati li, su una panca che ormai sembra vivere di vita propria, con la gola secca e le mani strette attorno a qualsiasi cosa che abbia la sfortuna di soggiornare nelle nostre tasche.
Sul nostro vantaggio di 27 a 26 non viene fischiata una doppia colossale alle avversarie che fanno pure punto, la sorte, senza nessuna pietà, assegna un nastro clamoroso su servizio avversario: 27-28, un nastro che probabilmente avrebbe steso un toro, ma non le nostre piccole "testuggini romane" che si ricompattano, agganciano il pari e chiudono il set sul 30-28.
Calmiamo la panca, ci raschiamo la gola, diamo un´occhiata a ciò che abbiamo macerato nelle tasche e andiamo al tie break . . . .col pensiero che, in questa stagione, non ne abbiamo ancora vinto uno.
Le nostre ragazze hanno lottato, ripreso per i capelli un match che sembrava già sepolto al terzo set, ci hanno regalato grandi emozioni ma . . .contro la sindrome del tie break non c´è stato niente da fare: perdiamo anche questo, dopo un sostanziale equilibrio (5-8; 7-9; 11-11; 14-14) cediamo per 14 a16.
Si chiude una serata difficile, strana, nata come un ributto rachitico e sbocciata poi in un fiore di emozioni, dal punto di vista tecnico non è stata un grande partita ma c´è piaciuto da morire il "cuore", brave ragazze

Realizzazione siti web www.sitoper.it