05 Dicembre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 16

UNDER 16 UISP GIRONE B - 05/02/2016 - VALDARNINSIEME - RINASCITA BLU 0 - 3

08-02-2016 13:44 - UNDER 16
Tutto cominciò con una domanda, una semplice richiesta fra i tanti messaggi. Un dubbio alla ricerca di certezze. Si gioca con il Valdarno ma nessuno sa dove di preciso. Si fissano due appuntamenti in luoghi diversi. Con orari di sicurezza. Ci si divide, alla ricerca del tempo necessario a sostenersi. Ma c’è anche chi quel tempo ha paura di non trovarlo. Allora la proposta delle due teglie di lasagne fa riconosce Igor fra la ridda di whatsappate. Tutto organizzato? No manca sempre la risposta alla domanda: ma dove si gioca?

Solo a tarda sera arriva la destinazione, il tutto grazie alla disponibilità di qualcuno che telefona a qualcun altro, che rammenta qualcosa. Fra tutti questi anche chi poi dopo farà incetta di cuori infranti fra le nostre donne, giocatrici e … non !!

Bando alle ciance si inizia. Le ragazze del Valdarno danno subito l’impressione di essere un bello scoglio da superare. La loro prestanza fisica è impressionante. Durante il riscaldamento però …… Per far entrare in clima partita il nostro libero la nostra allenatrice toglie la felpa e comincia a far mulinare il suo tremebondo braccio destro.

Il ritmo dei colpi, sempre recuperati dall´Elisa, rimbomba e sembra aver dato una carica speciale alle nostre ragazze. Entrano in campo e sin da subito si creano un buon margine di vantaggio. Battute efficaci, ricezioni alte, attacchi chirurgici dalle bande. Di mano e no. Si vedono anche: una palla battuta corta filo rete, un lungolinea, due o tre recuperi sotto rete. Tutto denuncia, oltre alla concentrazione veramente da grande squadra, anche una presa di coscienza che forse le ragazze hanno fatto delle proprie capacità. Nel primo set non si è notato nessuno di quei momenti di buio che ne minano il morale. La squadra avversaria le prova tutte per ridare un corretto andamento del set: l’allenatore sul 12 per noi aveva già chiamato i due time out. Ma non ce n’era per nessuno. Anche perchè il 12 era il nostro punteggio mentre la casella avversaria recitava un mesto 4.

L´aver esaurito i time out prima di metà set forse ha fatto capire alle ragazze del Valdarno che dovevano trovare nelle loro teste, nelle loro gambe (molto lunghe) e nelle loro braccia le risorse per onorare il set con un punteggio presentabile.

Qualche veniale errorino della nostra squadra e qualche sintomo di ripresa avversaria accorciano un po´ il distacco (13-7) ma non fanno intravedere alcuna svolta: le nostre fanciulline continuano a martellare con un piglio degno della coach, chiudendo il set con un perentorio 25-12.

Dopo un secondo set, chiuso con le avversarie a 6 (!), che non ha molto da aggiungere alla cronaca della partita ma che, per durata ed efficacia, potrebbe essere uno spot televisivo del Volley (o della Rinascita Volley), dopo il cambio di campo con un´altra multisventolata di ciglia delle nostre eroine verso la panchina avversaria eccoci al terzo set.

E qua la nostra coach, che fino ad ora aveva avuto poche occasioni di addentare le polpe delle nostre fanciulline, decide di dare un po´ di fiato a molte delle ragazze che meno di 48 ore prima avevano chiuso vittoriosamente un match da 5 set, e quindi da il via ad un ampio turn over.

Inizio set sulla stessa linea dei primi due, le avatar valdarnesi non riescono ad impensierire più di tanto le nostre ragazze (8-1; 10-4) ma giunti al giro di boa dell´ultimo set le avversarie infilano un filotto che le riporta ad alitare sulle dolcissime collottoline delle nostre impavide, siamo 16-13.

Ed ecco andare in battuta la Lavinia. Non è semplice iniziare questo sport e inserirsi in un gruppo già formato, affiatato e già avanti con la tecnica. Ci vuole coraggio e costanza. E Lavinia ne ha da vendere. Giusta la citazione personale. Anche dopo la serie di battute ficcanti che ci avvicinano al 25.

In partita il punteggio riprende l´aspetto che più ci piace, le ragazze si portano sul 20-15,ma la Lavi, non paga della bella serie di servizi segna anche un attacco.

Portiamo a casa anche questo 25-18, grande Lavinia!!

Prova veramente corale e di livello. Brave le ragazze, Brava l’ Eleonora, Brava la Società a credere nella crescita del movimento. Adesso sta alla ragazze continuare su questi livelli ovunque e con chiunque.

Devono sentirsi orgogliose per come hanno tenuto testa a tutte le squadre del girone infernale d

Realizzazione siti web www.sitoper.it