23 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 16

UNDER 16 UISP GIRONE B: 23/01/2016 - OLIMPIA POLIRI - RINASCITA BLU 1- 3

30-01-2016 15:56 - UNDER 16
Si dice che più indizi fanno una prova. Per quello che si è vissuto nello scorso Weekend noi abbiamo allora la prova che lo sport è imprevedibile e che basta veramente poco per far cambiare il corso delle storie.
Ma andiamo per ordine. I fatti:
Primo indizio: Sabato mattina si corre la discesa libera sulla mitica Streif. Kitzbuehel è il tempio dello sci Austriaco. Vince un italiano (P.Fill!). In tutti questi anni (quasi 50) solo altri due italiani c’erano riusciti. E sempre contro ogni pronostico. Fra l’altro l’autore della prima vittoria dovrebbe essere preso anche ad esempio di come nello sport non conta solo vincere ma divertirsi. Guardate questo video: https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&sqi=2&ved=0ahUKEwi_hv6u0M_KAhVKAxoKHU0xBw4QyCkIHjAA&url=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DYHPhW1SjqdU&usg=AFQjCNHlhXd6IbKooLuDN4ZHV66fkxugkg&bvm=bv.113034660,d.d2s Christian arrivò comunque settimo ma volle essere ricordato per questo e non per una vittoria nella sua ultima gara sulla Streif!!!
Secondo indizio: nel corso della giornata, nel paese della pallacanestro professionistica (o almeno professionistica fino a quando c’è da spedire un Dream Team a vincere le dilettantistiche ma ricche Olimpiadi) un Italiano (si con la I maiuscola perdincibacco), Danilo Gallinari, mette a segno la bellezza di 30 punti e supera LeBron (il Messi della NBA) nella classifica dei marcatori del mese. Va ricordato che l’Italia (e questa volta andrebbe la i minuscola) non partecipa da un bel pezzo con la sua Nazionale alle Olimpiadi. Questo rende merito al secondo indizio. Lo sport è bello perché rende tutto imprevedibile.
Terzo indizio: la rodatissima U 16 della Rinascita, capoclassifica, entra in campo in casa dell’ Olimpia Poliri concentratissima e determinata a mantenere il labile vantaggio che ha con la seconda in classifica: il Montelupo. E solo per la differenza di due set persi. Il compito sembra alla portata. E la concentrazione porta i suoi frutti sin dal primo set 25 a 9. E’ sabato sera. Si spera in una fine veloce. 25 a 13 il secondo set. Buttate la pasta stiamo arrivando. Ma …. l’indizio dov’è. Terzo set più tirato, punto a punto. L’ Olimpia Poliri trova il ritmo partita. Quella stessa partita che fino a poco tempo fa sembrava a senso unico diventa avvincente. 16 a 15 per noi. Scambio lunghissimo. La palla cade nella loro metà campo. Il nostro capitano si avvia alla battuta conscio di aver preso margine. L’arbitro la richiama…. Aveva fischiato, non sentito, una invasione che nessuno aveva visto durante le fasi concitate di gioco. 16 pari. Vince alla fine l’Olimpia Poliri ….. basta veramente poco e nello sport cambia veramente tutto ….. Inzia il quarto e l’aria non è delle migliori. Siamo sempre punto a punto . Il pubblico rosso blu, fino ad allora concentrato sulla cena si guarda incredulo. E’ la stessa squadra dei primi set, son giovani e pimpanti, perché è cambiato tutto ? …. E’ lo sport! E forse la pallavolo è la sua più bella espressione per queste cose. Si vince. Di poco, ma si vince. Che sofferenza. Si mantengono le distanze con il Montelupo (ndr: fra l’altro Sabato 30 ci si gioca in casa proprio il primo posto con loro: ore 18.00 tutti alla Gramsci). Lo sport cambia veramente tutto in poco tempo. La pasta questa volta si è scotta.
Quarto indizio: S.Siro. Il tempio per eccellenza del calcio italiano (qui rigorosamente in minuscolo!). Inter-Carpi. La blasonata Inter e la Cenerentola Carpi. Inter in vantaggio, di un gol e di un uomo. 92esimo …… 1 a 1. Basta poco e, nello sport, cambia veramente tutto: anche quello che è scritto!

Realizzazione siti web www.sitoper.it