23 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > UNDER 16

UNDER 16 UISP GIRONE B: 31/10/2015: RINASCITA BLU - OLIMPIA POLIRI 3 - 1

02-11-2015 08:58 - UNDER 16
Serata del 31 ottobre, una sera come tante fino a pochi anni fa, una serata senza grossi significati che non evoca nessun ricordo di gioventù per chi vanta (ahimè) una bella serie di punti nella classifica dell´anagrafe.
Ma la serata del 31 ottobre 2015 ha un altro sapore: punto primo coincide con la terza giornata del girone B del campionato Uisp, punto secondo è l´antipasto, l´overture, il preambolo alla nottata più magica dell´anno, la notte delle streghe, delle fate, delle zucche (vuote o piene è sempre molto soggettivo), la notte della magia (d´importazione) di Halloween, la notte che questa tradizione colloca fra questo e l´altro mondo, fra il bene e il male, fra la vita e la morte, fra la luce e l´oscurità, una tradizione che non è nostra ma che, piaccia o meno, lo sta diventando.
Le nostre ragazze hanno saputo perfettamente coreografare, sul campo, molti aspetti di questa notte dalle origine lontane: una partenza da zombie, o da zucca vuota, una seconda parte di match da fate, con zucca (piena) che gira alla grande
L´Olimpia si presenta come una squadra ben piantata fisicamente in particolare con la ragazza che gioca opposto che, più che a una della figure di Halloween, con i suoi 185 cm, richiama alla mente un grazioso avatar del film di Cameron ma con un braccio sinistro che picchia, da tutte le posizioni, come una saetta.
Primo set un po´ oscuro per le nostre streghette, con le avversarie che prendono subito la testa (1-5) e appaiono superiori al servizo, in ricezione e in attacco e sembrano condurre il match sui giusti binari (8-15) .
I segnali di ripresa delle nostre piccole zombie si alternano a errori abbastanza disarmanti, l´avatar avversario se non murato diventa letale, non riusciamo a raddrizzare il set, perdiamo a 16.
Secondo set
La notte magica è ancora in divenire ma sul campo l´alba è giunta per le nostre streghette, in campo le piccole zombie hanno lasciato spazio a delle splendide fate per i nostri occhi, a delle imprendibili streghe per quelli avversari.
Perfetti i movimenti in campo, la nostra squadra a suon di primi tempi e bellissimi attacchi dalla seconda linea costruisce tre quarti di set quasi perfetti (19-10).
Un momentaneo ritorno avversario (23-18) non compromette il risultato di un ottimo set che chiudiamo per 25 a 19.
Terzo set
Inizio con canonico calo fisiologico: le nostre fatine appaiono un po´ meno streghe o perlomeno delle streghe un po´ svampite.
Qualche distrazione di troppo e il solito delizioso avatar ci fanno ripiombare in zona d´ombra (3-8), ma si tratta solo di una pausa, le nostre mini fattucchiere oliano a dovere gli ingranaggi della squadra e piano piano riguadagnano terreno (12-12), assistiamo ad un bel set combattuto punto punto, quando sembra che riusciamo a portare a casa anche questo punto (20-15) invece del dolcetto ecco che le nostre streghe in erba ci servono lo scherzetto: qualche attacco fuori di un nulla, un paio di distrazioni difensive e un triplo avatar rimettono clamorosamente in gioco l´Olimpia (23-22).
Sul vantaggio di 24-23 portiamo un bell´attacco che le avversarie murano ma il rimbalzo è fuori: 25-23
Quarto set
Le due squadre commettono qualche errore di troppo, si scambiano colpi come due pugili che ne hanno prese troppe, il set procede in equilibrio (5-3; 8-6; 12-10) ma dalla nostra abbiamo un po´ più di mobilità, la stazza fisica avversaria sta pesando a nostro favore, le ragazze dell´Olimpia hanno perso decisamente brillantezza: continuano a picchiare ma le nostre fate difendono bene e sono decisamente più dinamiche.
Andiamo sul 20-14, canto del cigno avversario (22-19) e gran finale che ci consegna una sudatissima vittoria 25-19.
Bella partita ben giocata dalle due squadre e sul filo per almeno tre set, ottima prestazione delle nostre ragazze che hanno saputo prendere le contromisure ad un avversario che, se preso di petto, rischiava di fare male per la potenza espressa, la bella serie di attacchi di seconda linea ha smontato la possibile superiorità del muro avversario, determinazione e movimenti da orologio hanno fatto il resto: bravissime le nostre streghe!

Realizzazione siti web www.sitoper.it